ECONOMIA

GEI
Lo Smart Grid cinese
e la caduta
dell'Olimpo
americano

Parte Seconda

Libri Computer Polaroid Micro SD Disco SSD Illuminazione
Diego Antolini
Fonte: Punto Zero N.10 (Nexus Edizioni)
Continua dalla prima parte

Nei prossimi cinque anni la Cina è determinata a sollevare dalla povertà i 55,75 milioni di residenti nelle aree rurali che attualmente vivono al di sotto della soglia di sussistenza.

Il 1 novembre 2017 il Segretario Generale dell’ONU Antonio Guterres sottolinea nuovamente l’importanza del Global Energy Interconnection;

...Infatti, quando discutiamo l’interconnessione globale in relazione all’energia, ci poniamo al centro di due parole chiave che esprimono la nostra preoccupazione a livello globale: la sostenibilità e l'inclusività. Vogliamo essere sicuri di trovarci in una situazione in cui l’energia diviene il fattore chiave della sostenibilità e, ovviamente, con una interconnessione globale che effettivamente funziona possiamo produrre energia in modo più sicuro per l’ambiente”.

Allo stesso tempo, prosegue il Segretario Generale, l’inclusività deve essere l’altro fattore fondamentale del GEI in quanto la produzione di energia interconnessa deve permettere la fruibilità della stessa a quelle aree del mondo che oggi ne sono prive.
Posto che l’energia a base di carbon fossile non è adeguata a questo nuovo sistema, serve una trasformazione radicale.

Ma come si può raggiungere prosperità per tutti e, allo stesso tempo, proteggere l’equilibrio dell’ecosistema? E come assicurare che costi e benefici siano ripartiti in modo equo ed efficiente attraverso una cooperazione internazionale?

Con lo “smart grid” e’ adesso possibile generare, trasmettere e distribuire energia in modo efficiente, tagliando le perdite di trasmissione e, allo stesso tempo, fornire servizi energetici puliti, economici ed eco-sostenibili.
E’ quanto Liu Zhenya della Global Energy Interconnection Development and Cooperation Organization (GEIDCO) si e’ impegnato di fronte alle Nazioni Unite nell’esecuzione di un tale progetto dalla portata rivoluzionaria. Liu Zhenya, oltre ad essere il direttore della GEIDCO, e’ anche direttore della China Electricity Council e membro della Royal Swedish Academy of Engineering Sciences.
La GEIDCO e’ nata nel 2016 e sin da subito si e’ impegnata attivamente nella costruzione di una piattaforma di cooperazione per allineare gli sforzi delle diverse nazioni per mezzo di negoziazioni e condivisioni. Attualmente GEIDCO possiede 402 membri in 61 Paesi e regioni del mondo.

Il 4 aprile scorso, in occasione della 2018 GEI Conference, Zhenya ha tenuto il discorso chiave sul GEI, dal titolo “L’Interconnessione Globale Energetica ridisegna il mondo”. Egli ha evidenziato come costruire il GEI significa trasformazione, sviluppo di energia pulita, prosperità’, armonia e felicita’. Il GEI cambierà’ il modo di utilizzare l’energia, fornirà’ la soluzione definitiva al cambiamento climatico oltre alla messa a disposizione di nuovi materiali, intelligenza artificiale, veicoli elettrici, in un contesto di cooperazione internazionale, benefici reciproci e risultati che soddisferanno tutte le parti in gioco.
Inoltre il GEI risolverà’ il problema dell'inaccessibilità’ dell’energia elettrica a livello globale; potrà’ creare una comunità’ di condivisione per l'umanità’ in un futuro migliore.
I due progetti proposti dalla GEIDCO, dopo aver studiato la situazione economica e la domanda energetica in più’ di 100 paesi, sono quelli del GEI Backbone e dello Smart Grid.

12 relazioni sono state pubblicate dalle 9 organizzazioni e aziende che stanno guidando l’iniziativa GEI: GEIDCO, State Grid Corporation of China, ABB Group, China XD Group Corporation, NARI Group Corporation, Vestas Wind Systems. Le relazioni includono sia pianificazione della tecnologia che realizzazione di prodotti dall’elevato valore strategico e pratico.

[CONTINUA]
05/02/2019 15:31:32

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=1137
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.