CULTURA/Arti Audiovisive

Santini e Niba:
attenti a quei due

Mostre d’arte.
Alla Galleria Ferretti

Maurizio Verdenelli
“C’era una volta, in un castello, una principessa…”. Un momento, no, no. Tanto per cominciare ‘C’era due volte…’. La lingua italiana, si sa, è un optional ammissibile non solo al fine di presentare un’opera d’arte ma pure ormai costantemente e molto meno ammissibile sui social. Del castello, inoltre, nessuna traccia: soltanto un interno a mezza strada tra cambusa, salotto sgarrupato ed una segheria. Della bella principessa, anche, neppure l’ombra. Solo due signori dall’aria ammiccante: uno seduto in poltrona, l’altro, con pipa e cappellino da mandarino cinese in piedi alle prese con arti finti di manichino. Tutto questo, sull’azzeccato cartalago, per lanciare una mostra d’arte in via Gramsci a Macerata il cui vernissage ha colpito nel segno. Organizzata dalla galleria Ferretti (lui Federico Lelli Ferretti, è nipote del Premio Oscar, Dante e la galleria è quella di famiglia dove il grande sceneggiatore lavorò da adolescente prima d’essere attirato da Cinecità ed Hollywood) “C’era due volte…” ha messo in mostra, con la collaborazione del maceratese David Miliozzi, scrittore in ascesa e pure critico d’arte, le opere di Diego Santini, artista a tutto tondo -è anche musicista- e di Massimo Barbini, in arte Niba, comico, attore e mimo protagonista pure a Zelig,l programma cult televisivo di settore. Barbini è anche faber, nel senso vero della parola: il risultato di annose esperienze nell’ambito della falegnameria, officina meccanica, scenografia ed illuminotecnica. Un artigiano perfetto dove l’arte e l’invenzione e la creatività sono sempre presenti in buona e suggestiva misura. Personaggi ironici e sognanti, atmosfere altrettanto: vaghe ed ‘in cammino’, forse in fuga con un accenno alla terza e forse quarta età per il sorridente Santini. Non sarcasmo, affetto.
La mostra allestita in un locale a doppio ingresso (prima c’era una gelateria a far concorrenza a numerose altre nei pressi) ha avuto all’avvio un ottimo riscontro di pubblico: molti apprezzamenti. Chiude sabato 16 ed è risultata un’operazione culturale riuscita da parte di un operatore privato che ha radici, come dicevamo, che vengono da lontano e di straordinario successo. Santini e Niba, attenti a quei due!

09/06/2018 07:33:31

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=518
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.