ATTUALITÀ

Raduno nazionale
a Ponti
I polentari treiesi,
con il sindaco Capponi
a nome del 'cratere sismico'

Ufficio Stampa
La proloco Ponti (Alessandria) è stata tra le delegazioni fondatrici dal 1990 dell'associazione nazionale 'Polentari d'Italia' partecipando costantemente ai raduni nazionali. E quest'anno, per il 14. raduno,  da oggi a domenica si misurerà con una propria organizzazione. Guidata dalla giovane presidentessa, Laura Gandolfo coadiuvata da altri giovani, i polentari piemontesi, preso il testimone dal presidente Sebastiano Arcai a conclusione del raduno di Filecchio-Barga (Lucca), hanno avuto due anni per preparare un programma che si presenta assai intenso e con ottime idee innovative. Tradizionale e spettacolare resta tuttavia il super paiolo di 16 quintali di acqua ...poi polenta da scodellare nel cassettone in legno con la gru meccanica: scena da non perdere per chi ama la polenta! L'evento dello scodellamento, ogni volta, attira una piccola folla 'armata' di macchine fotografiche, cellulari e telecamere!  Il sindaco Piero Roso ha offerto all'Associazione turistica locale una generosa collaborazione per l'intero percorso di preparazione.
A Ponti sarà presente con venti rappresentanti la delegazione di Santa Maria in Selva (Treia) con il sindaco Franco Capponi e il presidente emerito dell'associazione nazionale, don Giuseppe Branchesi. "Tornare a Ponti -dice don Giuseppe- è per noi un momento emozionante. Eravamo proprio in questa località del Piemonte il 29 e 30 ottobre 2016 nei giorni delle terribili scosse che hanno devastato il Centritalia e il nostro territorio provinciale di Macerata. Eravamo a Ponti, ospiti della proloco e del sindaco, per l'assemblea dell'associazione nazionale. E saremo ancora qui per tre giorni da oggi, con il gonfalone di Treia, non solo a preparare la nostra tradizionale polenta ma anche a rappresentare le ansie delle popolazioni colpite dal terremoto. Sappiamo di poter contare sull'ascolto e la solidarietà dei nostri amici polentari".
Tra le iniziative, da segnalare la sfilata solenne con banda musicale, autorità e le varie delegazioni con costumi d'epoca  Previsti incontri istituzionali a livello Provincia-Regione, scambi di doni, mercato dei prodotti tipici e pure una 'via del vino'. Dalle delegazioni italiane prevista un fiume di polenta con 37 tipi di condimento.

08/06/2018 08:56:23

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=508
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.