INCOGNITA

Crop Circles
in Italia

Parte Prima

Ufficio Stampa
Fonte: thexplan.net
INTRODUZIONE AL FENOMENO

I Crop Circles (letteralmente 'cerchi nel grano') sono enormi disegni generati dalla piegatura del grano al suolo, e visibili nella loro completezza esclusivamente dall'alto.
In tempi moderni hanno fatto la loro prima apparizione negli anni '70 (ma sembra che in realtà il fenomeno sia presente da secoli sul nostro pianeta) sui campi di cereali inglesi, nelle zone confinanti con importanti siti megalitici quali Stonehenge, Silbury Hill, Avebury. A partire dagli anni '90 il fenomeno si ripete ciclicamente per sei mesi l'anno, quando il grano è maturo. Dal 1991 si può parlare non più di semplici simboli, ma di pittogrammi o 'agroglifi', cioè simboli complessi, le cui caratteristiche (dimensioni, perfezione nelle simmetrie, codici geometrici) associate ai numerosi dati scientifici fino ad oggi raccolti, convalidano l'idea che si sia di fronte ad una realtà non umana.


L'origine esogena (rispetto all'uomo) del fenomeno, attestato dai numerosi scienziati che negli anni si sono avvicinati allo studio dei Crop Circles, mette in luce la sostanza del mistero: qual è il messaggio contenuto in questi simboli?
La presenza di uno o più messaggi è palese quando si associano le simbologie dei cerchi alle forme geometriche di carattere esoterico legate a numeri appartenenti alla geometria sacra, utilizzati dagli Egizi per la costruzione delle piramidi; dagli Ebrei per la realizzazione del Tempio di Salomone; dai Templari che, di ritorno dalla Terra Santa innalzarono le cattedrali gotiche, ultimi capolavori di Paleoingegneria.
Nonostante i dubbi e le incertezze derivanti dalla complessità del fenomeno Crop Circles, si può evidenziare un punto di contatto tra le varie interpretazioni che vengono date, ed è quello del simbolo. Secondo la tradizione Iniziatica il simbolo, come linguaggio silenzioso, inizia ad apparire nel momento in cui forze opposte entrano in tensione, e che l'intelligenza dell'uomo non riesce a risolvere. Il simbolo rappresenta una realtà oggettiva che si manifesta a livello subcosciente; è una chiave che ha il potere di modificare e influenzare l'energia dell'intero pianeta, per portarlo da un piano dimensionale ad un altro.
Peraltro dal punto di vista scientifico le analisi dei cerchi hanno mostrato delle caratteristiche costanti che possono permettere di riconoscere quando il fenomeno è autentico (la stampa mondiale e i mass media da sempre sottovalutano o denigrano il mistero dei Crop Circles, definendolo una burla, ma senza riuscire a fornire nessuna prova convincente).
Gli steli del grano, ad esempio, non sono pressati al suolo mediante schiacciamento, ma la loro nuova posizione sembra essere derivata dall'azione di un campo energetico che agisce sulla struttura del cereale, modificandone la struttura dall'interno, provocando un rigonfiamento sul primo nodulo del gambo. Questa deformazione provoca la piegatura della spiga (ma non ne arresta la crescita, che prosegue fino a maturazione). Gli steli sono intrecciati tra loro verso una direzione circolare oraria e/o antioraria.
Gli scienziati hanno confermato che le spighe presentano i segni di un intenso irraggiamento; sono state rilevate poi, a livello microscopico, delle 'cavità di espulsione' nei noduli delle spighe, con i rigonfiamenti dovuti appunto al passaggio di un campo energetico anomalo e molto potente.
Nancy Talbott del BLT Research (USA) ha affermato che:

"...Non c'è modo che un'azione umana possa produrre queste cavità di espulsione, se non una trasformazione repentina nella struttura stessa della spiga, ottenibile in laboratorio solo all'interno di un forno a microonde..."

L'acqua all'interno dei cerchi risulta sempre completamente evaporata, anche se la sera prima era piovuto. Sono state inoltre riscontrate alterazioni genetiche, oltre che nei noduli, anche nei chicchi di cereali (alterazioni rilevate per primo dal biofisico americano W.C.Levengood).
All'interno di alcuni Crop Circles sono state trovate tracce di una sottilissima polverina bianca, che al microscopio elettronico è risultata essere composta da piccolissimi granuli sferici e cristallini. Una sostanza simile si è trovata nei casi di abductions italiani (rapimenti da parte di intelligenze extraterrestri), e perciò si ipotizza che tale materiale sia il prodotto di scarto di un sistema in grado di materializzare, da altre dimensioni, oggetti, materia organica e inorganica, e altro. Alle analisi chimiche la sostanza è risultata essere MICA, un minerale impiegato oggi nell'industria elettronica come isolante.
Gli ambiti scientifici coinvolti in questo enigmatico fenomeno non si fermano alla fisica, chimica, biologia, elettronica, ma giungono fino a scienze recenti come la cibernetica e la cimatica.
Quest'ultima, scoperta dallo scienziato svizzero Hans Jenny nel 1967, è la scienza che studia le forme d'onda, illustrando il rapporto che sussiste tra forma e frequenza, rapporto che sta alla base di qualsiasi forma esistente.
Minerali, vegetali, animali, sarebbero il risultato di legami energetici, i quali assumono una determinata forma attraverso la predisposizione di un 'ordine armonico' generato dalla frequenza dell'energia di base. Più si tende all'infinitamente grande, più questa energia si manifesta mediante i legami armonici, divenendo materia solida percepibile ai sensi.
Ogni materiale, sottoposto a vibrazione specifica, assume una sua forma caratteristica a seconda della frequenza d'onda a cui è stato esposto. L'ingegnere inglese Colin Andrews ha rilevato che nel 97% dei Crop Circles, le formazioni sono apparse in corrispondenza di depositi idrici sotterranei. La presenza d'acqua sembra rivestire un'importanza fondamentale nell'apparizione dei cerchi, si pone come requisito essenziale per far sì che un'energia proveniente dall'alto trovi la giusta 'risonanza' sul terreno dove poi compariranno i Crop Circles.
Fotografie di esperimenti tenuti presso il CCCS (Crop Circle Center Studies) dimostrano che l'acqua, a livello molecolare, assume la medesima forma del disegno sul grano (quando le stesse frequenze presenti sulla formazione vengono 'sparate' su di essa).
Il fenomeno dei Crop Circles si è manifestato finora, oltre che in Inghilterra (dove ormai appaiono circa 300-400 cerchi ogni anno) in Belgio, Austria, Italia, Russia, Germania, Spagna, Olanda, USA, Canada, Messico, Nuova Zelanda, Giappone, a conferma della portata mondiale di questi straordinari e affascinanti disegni.
01/06/2018 12:56:21

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=476
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.