POLITICA

Italia/
La 'favola"
dei cervelli in fuga

Luca Marconi (Consigliere regionale Marche - Udc)
La popolazione italiana alla fine del 2017 contava 60 milioni e 500 mila abitanti, 100 mila in meno dell’anno precedente; di questi 54 milioni e 900 cittadini italiani, ma ben un milione e mezzo sono ex stranieri che hanno acquisito la cittadinanza negli ultimi 20 anni; 5 milioni e 600 mila sono stranieri di cui 2 milioni dell’Unione Europea e 3 milioni e 600 mila extracomunitari.

Abbiamo 169 anziani ogni 100 giovani e 464 mila nati, il 2% in meno dell’anno precedente; 153 mila emigrati, in calo del 2% rispetto al 2016. Nel 2013 se ne andavano 19 mila laureati, nel 2016 sono stati 25 mila. I Paesi dove emigrano i nostri ragazzi sono prevalentemente Regno Unito, Germania, Svizzera e Francia.

Sul fronte del lavoro questi i dati relativi al decennio 2008-2017:
•    L’industria ha perso 896 mila dipendenti mentre il settore dei servizi ne ha guadagnati 810 mila;
•    Gli operai sono calati di un milione di unità, al contrario gli impiegati sono cresciuti di 851 mila;
•    I lavoratori autonomi in meno sono stati 500 mila e dello stesso numero sono cresciuti i lavoratori dipendenti;
•    Lavorano 471 mila uomini in meno e 404 mila donne in più.

Da questi dati scaturiscono delle semplici valutazioni: la popolazione italiana è stabile e sempre più vecchia, crolla il numero delle nascite tanto è vero che il totale degli stranieri presenti in Italia fra profughi, immigrati regolari, immigrati clandestini stimati e naturalizzati italiani ammonta a 7 milioni e 100 mila pari a quasi il 12% della popolazione. Molto basso il numero degli extracomunitari e non arriva a un milione e mezzo il numero degli islamici.

Sempre sul lavoro, a dispetto di ciò che si crede, i “cervelli in fuga” sono molto pochi, e cioè uno su 7 fra coloro che lasciano il nostro paese; comunque il numero degli emigrati italiani sta calando.  In dieci anni il panorama dei lavoratori mostra meno operai dipendenti dell’industria, più impiegati nei servizi con più donne, più lavoratori dipendenti e meno imprese gestite in proprio da lavoratori autonomi.
23/05/2018 21:33:39

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=435
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.