INCOGNITA

Buon compleanno
Mark Zuckerberg!

Liana Maccari
Ha compiuto in questi giorni (ieri, 14 maggio per l’esattezza) 33 anni, un'età seria, l'allegro ragazzo prodigio dell'industria informatica americana, l'ideatore di Facebook, uno degli uomini più potenti della Terra, che il Senato e il Congresso americano hanno voluto sentire un mese fa per capire quanto abbia lavato o lasciato lavare il cervello degli Americani. Di noi Europei non si sono preoccupati, però! E allora toccherebbe a noi stessi farlo. Ma non ne siamo più in grado!
Noi Europei non possiamo produrre informatica, anzi, ogni nostra foto e informazione diventa subito di “loro” proprietà, compresa la nostra storia e cronaca, presente e passata.
Di quello che significa me ne sono resa conto volendo conoscere più a fondo il caso Moro. Volevo applicare il metodo di Sherlock Holmes, che è descritto da A.Conan Doyle ne “Il Vampiro del Sussex”: “togli tutto ciò che è impossibile, ciò che rimane, per quanto improbabile, deve essere la verità”. Ma scoprii che il caso Moro è stata la prima inchiesta informatica della Cia e che non è rimasto più nulla di quel golpe bianco che non sia stato manipolato, cancellato, aggiunto. Alla fine niente è più conoscibile né dimostrabile: nemmeno che Aldo Moro, il primo ministro, stesse andando quella mattina di giovedì a Palazzo Chigi, per una riunione di governo.
Potrei pubblicare i miei primi quattro romanzi sull'argomento, un immenso lavoro, materiali di giornali, archivi Rai e Internet, che ho dovuto togliere perché era tutto impossibile, anzi, falsato per colpire e togliere dignità e voce a singole persone e alla travagliata vita dell'Italia stessa, anche se, nella percezione di noi telespettatori era ogni giorno la realtà, impressa a fuoco dai due Tiggì dell'epoca.
Ho impiegato dieci anni a togliere ciò che era falso.
Così ora, pur entusiasta di fare gli auguri a Mark Zuckerberg, mi chiedo: ma esiste, almeno?
Il video più cliccato che lo riguarda è: “Mark Zuckerberg is not human”, ne seguono altri sulla sua appartenenza agli dei inferi o superni. Poi eccolo sul podio dei cinque uomini più ricchi del mondo.
Io, invece, ormai lettrice silenziosa di un mondo invisibile e criminale dietro la eugenetica apparenza virtuale e televisiva, ritengo, ma certo non ne ho le prove, che esista, e se ammetto questo però devo pur dedurre logicamente che è ormai vittima di sequestro, da parte dei soliti ignoti, sì, gli stessi del caso Moro, visto che ancora sono loro ad occultare tutta la realtà, e sostituirla con la percezione più ingannevole per noi.
Forse lo hanno portato in Italia, dove non può produrre più niente, sennò sarebbe minacciato di morte, come accadde a Carlo De Benedetti, che produceva computer, con la sua impresa Olivetti.
O forse sfruttano il suo talento nel produrre quattrini, perché l'Intelligenza artificiale è pur sempre il miglior alleato del Crimine.
Se anche lo incontrassi non lo riconoscerei. Se anche lo riconoscessi non potrei liberarlo. Se anche si potesse liberare non potrebbe produrre.
Buon compleanno (seppur day after) Mark Zuckerberg! Che Dio ti mandi la soluzione del problema!

15/05/2018 06:46:46

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=397
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.