ATTUALITÀ

Folla al lancio del libro
'Pamela', evento clou
di 'Macerata Racconta'.
Da Gerusalemme
il saluto
di Gioia Bartali,
nipote del grande Gino

Ufficio Stampa
Fonte: Foto di Luciano Carletti
Grande evento a Macerata Racconta che quest'anno ha come tema complessivo Gli Enigmi. Sulla scena della fiera libraria 'Pamela. Dall'omicidio al lupo Traini i giorni di Macerata che hanno sconvolto l'Italia' (Ilari editore). Oltre 120 persone hanno assiepato fin sull'uscita, l'Aula 11 di Unimc risultata come nelle previsioni troppo piccola per ospitare un appuntamento di tale portata emotiva. La tavola rotonda è stata moderata da Maurizio Verdenelli. Sono intervenuti alcuni degli autori dell'instant book: Gianluca Ginella, Giovanni De Franceschi, Matteo Zallocco (direttore di cronachemaceratesi), Giuseppe Bommarito, Marco Ribechi, Lucia Tancredi. In sala, mentre scorrevano sul maxischermo le immagini del fotoreporter Fabio Falcioni, hanno preso la parola tra gli altri l'avv. Gianfranco Borgani, difensore di Desmond Lucky (in carcere) e di due giovani di colore feriti dal 'lupo' Luca Traini, che ha inviato alla famiglia Verni, nel giorno del trasporto dei resti di Pamela da Macerata a Roma (ieri i funerali con lutto cittadino nella capitale e a Macerata) una corona di fiori; la prof.ssa Donatella Donati Capodaglio, Luigi Sopranzetti. In sala presenti la vicesindaca Stefania Monteverde, il questore Antonio Pignataro, i carabinieri del nucleo investigativo del caso Pamela; il luogotenente Giuseppe Losito; il presidente Istao Pietro Marcolini, il presidente dell'Istituto studi storici Maceratesi, prof. Alberto Meriggi; l'ex sindaco di Macerata, Anna Menghi; funzionari di Polizia. Nessun rappresentante invece di Unimc dove non senza fondamento forse è temuto un effetto Pamela in città simile a quello legato al caso Meredith a Perugia. Da Gerusalemme dove aveva partecipato in rappresentanza della famiglia ha inviato un fervido 'In bocca al lupo' all'iniziativa editoriale, Gioia Bartali, nipote del grande 'Ginettaccio' alla cui memoria il memoriale della Shoah ha conferito la cittadinanza onoraria di Israele. Da dove è partito, alla presenza di Gioia Bartali (figlia di Andrea, primogenito del campione toscano) il Giro d'Italia.
06/05/2018 13:38:44

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=364
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.