SPORT

Un perugino ‘re’
ad Ascoli Piceno:
Serse Cosmi il nuovo Carletto Mazzone
Il presidente Bellini come Rozzi

Maurizio Verdenelli
Un perugino ‘re’ ad Ascoli Piceno. Dopo tanti anni il capoluogo marchigiano del calcio ‘che conta’ ha ritrovato un nuovo Carletto Mazzone, l’allenatore delle stagioni d’oro bianconere. E’ lui, l’Uomo del Ponte (il riferimento è, come noto, Pontefelcino), è Serse Cosmi che in poco tempo ha conquistato il cuore degli ascolani e gli ascolani il suo cuore. E il sogno, che sembrava tale sino al suo arrivo, di salvare la squadra dalla retrocessione in serie C, appare adesso più a portata di mano anche dopo il pareggio ‘al platino’ sabato scorso contro il Perugia, la squadra con la quale, presidente Luciano ‘L’Uragano’ Gaucci, Cosmi si è affermato nella massima serie. E se l’Uomo del Ponte sembra impersonare benissimo l’ottantatreenne ‘sor Carletto’, anima romana trapiantata sulle sponde del Tronto, l’attuale presidente Francesco Bellini appare nella visionarietà del tifo bianconero, nel ruolo dell’indimenticabile presidentissimo Costantino Rozzi, ormai ‘divinità’ eponima al ‘Cino del Duca’ seppure debba ancora conquistare quei risultati rimasti nella leggenda del football delle Marche.
Il paragone coppia su coppia non appaia azzardato visto che a farlo è stato un importante giornalista sportivo, Gianluca Di Marzio durante una trasmissione in diretta di Sky “L’Originale” condotta da Alessandro Bonan dalla meravigliosa piazza del Popolo di Ascoli, una delle più belle del mondo, che fu ‘scoperta’ dal pubblico internazionale proprio in occasione dell’esplosione dell’accoppiata Rozzi - Mazzone. In diretta, per la Rai, andava in onda l’indimenticabile Tonino Carino, cantore popolarissimo dei bianconeri in serie A.
La situazione è ora un po’ diversa. Serse, che qualcuno avrebbe voluto al posto di Breda (al momento dell’addio a Giunti), deve lottare sino in fondo per evitare la retrocessione, e se la ‘mission’ dovesse trionfare (tocca ferro) lui resterebbe con una squadra tutta nuova la prossima stagione per tentare il grande salto. L’accordo con Francesco Bellini c’è. Il n.1 del club marchigiano, pur dicendo di non sapere ancora quando finirà il suo tempo ad Ascoli, ha già promesso formalmente in caso di vendita di non lasciare la squadra e la società ‘allo sbando’. 
Nel frattempo il sogno, partita per partita, continua e la ‘coppia’ ce la sta mettendo tutta. Ad Ascoli, Serse Cosmi si è già ambientato benissimo: sabato al ‘Del Duca’ in maglietta della salute (nonostante la pioggerellina ad un certo punto) ha mostrato una silhouette ‘implementata’ sbraitando ed andando su e giù nel suo spazio –al confronto mister Breda appariva senz’altro compassato. “Il mister sa apprezzare come si deve il nostro celebre fritto” che la ‘città di travertino’ celebra fino ad oggi con una serie di eventi gastronomici all’interno di un palcoscenico architettonico e naturalistico unico al mondo.

01/05/2018 15:34:27

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=346
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.