ATTUALITÀ

Sisma, studenti universitari
Impauriti ad Unmic.
Pamela come Meredith:
Macerata
come Perugia?

Maurizio Verdenelli
Un altro 26 ottobre. Quando a seguito di due fortissime scoss a poca distanza l'una dall'altra, in quella drammatica serata, Macerata 'fuggi' sulla costa. Di quell'anabasi improvvisa, protagonisti furono tra scene di paura in piazza della Liberta', furono gli studenti universitari, sopratutto le ragazze.
A distanza di un anno e mezzo, il manifestarsi di movimenti tellurici di una certa entita sembrano concretamente riverbare quel dramma e quelle sue dirette conseguenze. Il riferimento va alle ultime, recentissime scosse con epicentro Muccia (il picco, ormai tristemente notissimo, e' del 10 aprile scorso con magnitudo 4.6) che hanno visto la terra tremare giovedi e venerdi scorsi --rispettivamente  3.1 e 3.0 di magnitudo. I danni? Finora solo quelli gia' accertati alle cose da parte di Protezione civile e Vigili del Fuocco. Ma ce ne sono altri, ben piu' insidiosi e gravi per l'economia del territorio ed in particolare del capoluogo.

Rettore Adornato, si parla per Unmic di duecento iscrizioni in meno nei giorni della botta grossa di Muccia?
"Cento al massimo. Una perdita dell'1 per cento nel periodo ponendo il dato in parallelo rispetto al 2017. Siamo in fondo nella media italiana. In ogni caso aspettiamo per un vero bilancio il conto finale del 31 luglio quando si chiuderanno le iscrizioni all' anno accademico".

E i trasferimenti che rappresenterebbero il diagramma certo di questa ipotetica 'fuga' per trauma ricorrente da terremoto da parte dei giovani fuori sede?
"Sono dati che bisogna andare a vedere ed effettivamente valutare".
Dati che il rettore con se' nn ha, colto nel corso della conferenza stampa allo Sferisterio per lanciare il foyer come punto d'accoglienza al fine di valorizzare con la stessa Arena tutti gli altri monumenti della citta'.

E' palpabile seppure inconfessato in ogni caso al di la dello 'spettro sisma', sopratutto il timore di un effetto Meredith anche per Unimc. A Perugia l'omicidio della studentessa inglese ha sugnificato per l'ateneo locale migliaia e migliaia s'iscritti in meno con relativa accentuata depressione economica per lo stesso capoluogo umbro. A Macerata andra' cosi per effetto del caso Pamela,? ci si chiede preoccupati. Personalmente siamo convinti di no: troppo diversi i contesti e i casi. Quello di Pamela riflette la tragedia di una ragazza finita per una mattinata in un incubo angoscioso che l'ha annientata. Dissolvendo , una violenza cieca e brutale, una diocottenne sola ed immensamenre fragile ma pure cosi fortemente credente da stupirsi sinceramente se non avesse davanti a se un'altra persona con la sua stessa fede in Dio (la catenina con l'immagine sacra, sempre al collo).
 E siamo sicuri, manzonianamente, che quel Dio' che atterra e suscita/ che affanna e che consola' nella sua solitudine di morente, nel 'deserto' della mansarda 'dell'orrore' (cosi storicizzata dai cronisti) 'accanto a lei poso'.
23/04/2018 17:30:39

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=316
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.