CULTURA

Nella ‘corte dei miracoli’

Zio Nele (M.A)
(Un sussulto di tiepida empatia)




Il
dibattito di domenica 8 aprile, svoltosi presso la Confezioni Trea di Passotreia, tema lucretile, dal titolo ‘DolceAmara terra mia’-- sulle cose della natura --, ha avuto un apprezzabile concorso di pubblico, malgrado,  giornata di bel tempo stimolasse ben altri programmi. I sindaci chiamati per questa piccola convention, Mario Baroni, ‘premier’ di Muccia, l’ex sindaco ma sempre in trincea, Venanzo Ronchetti, di Serravalle di Chienti e quello ospitante del comune di Treia, Franco Capponi, hanno risposto prontamente all’appello. Assenti, ma pienamente giustificati, i sindaci Rosa Piermattei di San Severino e Pietro Cecoli (per impegni inderogabili) e l’ing. Emanuele Tondi per malattia. Tra le figure presenti si è inserita, apprezzabile e col senno di poi, la partecipazione del neo-eletto deputato l’on. Tullio Patassini.
Gli argomenti toccati si sono imperniati, inevitabilmente, attorno al tema che più di ogni altro, da un anno e mezzo circa a questa parte, interessa il nostro entroterra umbro-marchigiano, ora più che mai (dopo l’iniziale coinvolgimento del Reatino ed Abruzzo): il terremoto. Come già esaurientemente esposto dal precedente articolo del professor Garufi (10-04, su CDS) – coadiutore, nell’evento, del Joseph Pulitzer di casa nostra, Maurizio Verdenelli -- , la panoplia dei problemi da affrontare in tale situazione è, in sostanza, strettamente legata alla burocrazia; un farraginoso complesso di norme burocratiche sta ingessando, oltre tale contesto, un paese disarticolato, privo di veri ‘know-ow’ (competenze) in campo per le emergenze, e con la cultura del sospetto che, puntualmente, viene avallata dallo svolgimento dei fatti all’atto dei lavori. Inoltre, la mancanza di ‘presenza’ (non mero presenzialismo) costringe coloro che hanno il vero polso della situazione del territorio in cui operano (sto parlando dei sindaci), o all’inerzia acquiescente per evitare di incorrere nelle sanzioni della ‘Nobiltà Romana’, oppure a forzare quelle barriere coriacee della burocrazia, salvo poi dover emettere spiacevoli dietro-front esecutivi verso i propri concittadini... ‘rei’.
Ma come ben sapete, nel palazzo della ‘corte dei miracoli’ questi gemiti, ahimé, non arrivano mai. E allora, dopo aver inveito contro questi ‘avvoltoi della politica’ con ‘”L’utilità del danno”:
Le Marche, l’Umbria,
Abruzzo e il Reatino,
son stati devastati / da un sisma dai mille conati;
ma a questo governo cretino,
protetto nel suo palazzo
non gliene frega un cazzo. Corvi e sciacalli circolano
nella politica da banco,
e in questo grande ammanco,
tranquillamente razzolano
i banditi del parlamento: (…)
;
alla luce degli ultimi eventi sismici e dopo aver osservato il loro scarso e pessimo operato, vorrei invitarli a riflettere su queste parole ben più famose (che probabilmente molti di loro non conosceranno affatto):
Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un si o per un no.
Considerate se questa è una donna,
(…) Meditate che questo è stato:
… Meditate se questo è uno Stato (n.d.a.)
Vi comando queste parole.

Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.


Chi scrive, come tutti coloro che hanno a cuore la sorte di questi territori e della loro gente, solo una cosa spera che sgorghi da quella... ‘Corte dei miracoli’ immersa nel ‘leteo palazzo‘: … un tiepido sussulto d’empatia. Post-Scriptum -- ... Ma non sono Girolamo Savonarola.
11/04/2018 08:57:33

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=276
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.