ATTUALITÀ

“Pamela perdona il cinismo e l’indifferenza di Macerata”

Maurizio Verdenelli
In preghiera davanti alla ‘Casa dell’Orrore’. Rimpatriato un nigeriano, clandestino, insediatosi in una casa evacuata per il sisma. Processo al ‘lupo’ Traini: spari contro 9 persone, 6 feriti. 17 le parti civili.




Quello stabile di lusso all’ingresso di Macerata, al n. 124 di via Spalato, che i cronisti locali, hanno ‘ribattezzato’ impietosamente la ‘Casa dell’Orrore’, è diventato ormai un luogo di pellegrinaggio, quasi di culto. Molti i fiori deposti da mani ignote all’ingresso del vialetto che altrettanti mani ignote hanno rimosso. Tanto che due giorni fa qualcuno ha affisso un cartello in cui si chiede allo spirito di Pamela di perdonare “l’indifferenza e il cinismo dei maceratesi”. E ieri, nove persone, hanno pregato proprio lì davanti, all’altezza della mansarda dove nell’ultimo giorno di gennaio si consumava l’orribile calvario di una bellissima ragazza di 18 anni, alta un metro e settanta, dalla vita di vespa, curatissima nel vestire e nel maquillage (quante creme nella sua borsetta), disarticolata in dieci parti, “Perdonaci, Pamela, per non aver saputo vigilare ed averti lasciato in mano a dei mostri”: così pare emergere il pensiero di Macerata in virtuali vesti pre-pasquali in una altrettanto virtuale riflessione collettiva ed autoflagellante al modo di Jacopone.
“Tolleranza zero e controlli 24H” fa intanto sapere il superquestore, Antonio Pignataro inviato da Roma. Lo spaccio avrebbe subito un tracollo dell’80% ma sta salendo il numero dei baby pusher mentre la ‘rete’ cerca nuovi ‘sbarchi’ per tornare ad approdare sicura sulle…piagge (attento proto, senza ‘esse’) di Macerata, appena quarantamila abitanti, che ha visto perdere già una generazione di ragazzi ‘aggredita’ da una presenza abnorme di spacciatori.
Intanto ieri un nigeriano, 45enne, clandestino (risale al 2016 il provvedimento di espulsione dalla Questura di Taranto) che aveva tentato di occupare a Macerata, un appartamento inagibile per il sisma, è stato fermato dopo aver picchiato alcuni poliziotti portatisi sul posto su denuncia del proprietario dell’immobile. Il nigeriano è stato munito di un nuovo foglio di rimpatrio.
Si prepara il processo contro Luca Traini, il  ‘folle giustiziere’ di Pamela Mastropietro. ‘Il lupo’, da nuove risultanze, avrebbe sparato contro nove persone di colore, ferendone sei, tutte guaribili con prognosi superiori a 40 giorni. E contro sei locali: in totale sono diciassette le parti civili che si costituiranno contro il ventinovenne tolentinate in corte d’Assise il 9 maggio. Il difensore avv. Giulianelli ha fatto sapere che chiederà il giudizio abbreviato ed una perizia psichiatrica sul proprio assistito imputato di strage aggravata e di tentato omicidio plurimo.
20/03/2018 18:42:42

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=205
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.