ATTUALITÀ

Pamela/Gianluigi Nuzzi ‘sfida’ Carancini: “Il sindaco di Macerata venga a Quarto Grado”

Dopo le accuse al reportage di Remo Croci (su ‘Rete 4’) sul fiorente, tuttora, traffico di droga nel capoluogo. Due colpi di scena.

Maurizio Verdenelli
Gianluigi Nuzzi ‘sfida’ Romano Carancini. Soffocando a stento una forte irritazione, ieri sera in diretta, il carismatico conduttore di ‘Quarto Grado’ su Rete 4 a conclusione del servizio sul caso Pamela, ha invitato il sindaco di Macerata ad intervenire la prossima volta in trasmissione (“Porte aperte per lui” ha esclamato Nuzzi) per sostanziare ed argomentare le critiche (“Servizio vergognoso”) rivolte al reportage di Remo Croci. Il noto inviato di Mediaset aveva sconvolto l’opinione pubblica italiana, non solo marchigiana, testimoniando l’acquisto di droga in appena due-minuti-due (2’) sulla ‘affollata’ piazza maceratese, facendo inoltre in breve tempo incetta dei numeri di cellulari di pusher nigeriani (ben 96!). Tanto che il giorno dopo la messa in onda, la settimana scorsa, della trasmissione gli investigatori si erano recati nella redazione di ‘Quarto Grado’ a prelevare tutti gli elementi del reportage-scoop del giornalista d’inchiesta, già (anni fa) in forza alla redazione marchigiana de ‘Il Messaggero’. Se Carancini accetterà di andare in trasmissione, si prevedono davvero scintille con gli opinionisti di Quarto Grado che non hanno lesinato critiche alle… sue critiche. Lo spazio offerto ai Fatti di Macerata è stato adeguatamente ampio (“Questa è casa tua” ha detto Nuzzi ad Alessandra Verni in lacrime che fortemente turbata ha scambiato i Giardini Diaz con i …Giardini Naxos) e significativo il titolo: “Troppi silenzi su Pamela”. “Ci sono troppi grossi interessi sulla vicenda, sappiamo ma per adesso non parliamo. Ci sarà tempo, dopo gli approfondimenti ancora necessari ” ha detto la madre di Pamela ed uguale riserbo è venuto dal fratello, l’avv. Valerio Marco Verni.
La ‘puntata’ ha avuto alcuni colpi di scena. Quello del legale della Pars, avv. Gianfranco Formica: “Pamela è fuggita dalla comunità” e quello del ‘diario’ della terapia: doppio. Entrambi i fogli sono in mano della Procura in quanto il tossicologo dottor Rino Froldi nella sua perizia, aveva ed ha naturalmente necessità dei farmaci assunti da Pamela Mastropietro durante la sua permanenza nella comunità terapeutica. In uno ci sono le ben note cancellature con matita sui farmaci dismessi (eccetto uno) dopo la metà di gennaio, nella seconda invece questi sono abbastanza visibili. E’ intervenuto in studio anche lo psichiatra Alessandro Meluzzi che ha parlato di ‘cattiva pratica’ per quanto riguarda le ‘cancellature’ (la dimissione di quelle medicine andava, secondo il medico, argomentate per iscritto) ma certamente questa vicenda non è destinata ad inficiare il progress delle indagini è la cognizione del percorso terapeutico di Pamela. Chi l’ha uccisa? Ha fatto tutto Innocent Oseghale? secondo una voce che viene direttamente da Marino del Tronto dove il principale sospettato è detenuto, ripresa in diretta ieri sera dallo stesso Remo Croci ad Ascoli Piceno? Intanto il Gip di Ancona sta riflettendo da ieri se rimettere in libertà Desmond Lucky e Lucky Awelima (contrario il Pm) dopo l’esame di convalida degli arresti. Alessandra Verni in tv, ieri sera, ha chiesto in proposito ‘giustizia’. Ed ha lanciato l’ultima accusa: “Nessuno ha aiutato mia figlia, bianco o nero: è stata lasciata sola, anche adesso…”.
10/03/2018 07:31:09

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=173
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.