CULTURA

Gustaporto a Civitanova Marche

Nel centro rivierasco, dal 1° al 9 giugno, con il Grand Tour delle Marche

Ufficio Stampa
Performance artistiche nei pontili, minicrociere gastronomiche, sketch portuali, “port-food” e menù dedicati nei locali delle città.
E da RAI 1 Duilio Giammaria, il noto conduttore di “Petrolio”!




I sapori e le suggestioni dell’Adriatico fanno tappa a Civitanova Marche per uno degli appuntamenti più attesi del Grand Tour delle Marche, il circuito di eventi esperienziale lanciato da Tipicità in collaborazione con ANCI Marche.
“Gustaporto è un grande laboratorio che ci consente di sperimentare soluzioni per dare risposte al mondo della pesca, per valorizzare la tradizione marinara di Civitanova, per collegare gli esercizi commerciali della città all'area portuale, per pensare ad una città in grado di valorizzare la sua identità di centro proiettato sul commercio, sugli scambi, sul futuro, ma radicato nella sua storia!". Così Maika Gabellieri, assessore al Turismo di Civitanova Marche, presenta il palinsesto che sarà “in onda” fino al 9 giugno.
Apertura al Mercato Ittico Comunale dove, nella mattinata di sabato primo giugno, si svolgerà il talk show “Porto di Civitanova Marche: la rete delle economie e delle esperienze”, condotto da Duilio Giammaria, noto al grande pubblico per la trasmissione di Rai 1 “Petrolio”. Con Atenei, istituzioni e progettisti, anche la “Casa del Pescatore” e l’Associazione Marinerie d’Italia, insieme al CNR e a tutta la comunità del mare.
Giornata clou domenica 2 giugno, con il porto di Civitanova Marche che diviene un vero e proprio “anfiteatro del mare” da vivere a cinque sensi. La mattina “pontili aperti” con le esperienze di nautica, pesca sportiva, subacquea, proposte dalle associazioni de “Il Madiere” che gestiscono i moletti, nome con cui vengono comunemente chiamati i pontili.
A partire dalle 17.00 gli stessi pontili si animeranno con una serie di spettacoli e degustazioni. Per i golosi, in programma invitanti assaggi di mare abbinati ai vini locali, a cura de “Il Circolino” del Club Vela e dell’Accademia di Tipicità, rappresentata dagli chef Barbara Settembri e Giammarco Di Girolamo, in collaborazione con l’associazione Marchigianamente.
Ad “accendere” i moletti, i suadenti richiami del “jazz in banchina”, una lezione recitata dedicata al mito di Enea, un’esibizione fronte mare degli artisti di “Civitanova all’opera” e sketch dialettali con l’associazione culturale “Contemporanea 2.0”. Per i più piccoli, un laboratorio creativo “l’Adriatico con le mie mani”. Al calar del sole, in programma la passeggiata guidata con l’art director Giulio Vesprini, alla scoperta di uno dei porti più colorati d’Italia.
Fino al 9 giugno sarà possibile assaggiare “Li furbi co’ l’abbiti”, la pietanza tipica della tradizione civitanovese, in venticinque locali aderenti all’iniziativa, grazie alla collaborazione con Abat, Confcommercio e Centriamo. Da non perdere, nei primi due week end di giugno, le “crociere gastronomiche” sulla rotta delle vigne nel mare, assaggiando delizie marinare.
GustaPorto è promossa dall’amministrazione comunale di Civitanova Marche con il supporto del FLAG Marche Centro, il gruppo di azione locale per la pesca che sostiene lo sviluppo, dalla tradizione marinara all’innovazione tecnologica. La manifestazione è la prima tappa di giugno del Grand Tour delle Marche, che da quest’anno conta sulla project partnership di Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking. Tutte le informazioni per conoscere le attrattive dei dintorni e le attività inserite nel programma della manifestazione, sulla piattaforma www.tipicitaexperience.it.

30/05/2019 00:00:00

http://www.cronachedeisibillini.com/cdsarticolo.aspx?idArt=1182
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza Cronache Dei Sibillini (cronachedeisibillini.com), gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa. Il Gruppo The X-Plan gestisce la comunicazione per conto di CdS ma non e' responsabile per la selezione e la pubblicazione dei suoi contenuti.